Orari:

Lunedì a Venerdì dalle 09,00 alle 20,00

Sabato dalle 09,00 alle 14,00

Email: bellora.provasoli@gmail.com

Phone: 0331776168

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale

Via Borghi 14 - CAP 21013​

Gallarate (VA)

Studio Dentistico Bellora Provasoli

© 2018 by MP. © 2018 - STUDIO DENTISTICO ASSOCIATO DR. BELLORA - DR.PROVASOLI GALLARATE (VA)

Via Borghi 14 - Cap 21013- tel. 0331776168 - P.IVA 02083600128 - bellora.provasoli@gmail.com 

La parodontite è in termine scientifico l’infiammazione del parodonto, cioè di tutto quello che sta intorno alle radici dei denti (gengive, legamenti alveolo-dentari, alveoli e apparato osseo). Infiammazione dovuta quasi sempre ad una scarsa o errata igiene dentale che, se protratta nel tempo, si cronicizza causando il distacco delle gengive dai denti e dando luogo alla formazione della cosi dette “tasche parodontali” che a loro volta determinano danni a carico dell’osso alveolare con la conseguente riduzione della sua altezza. Se avviene la cronicizzazione i denti cominciano a vacillare e se non si interviene con urgenza e con metodi adeguati sarà inevitabile la caduta dei denti interessati. I sintomi premonitori della parodontite sono: sanguinamento delle gengive durante la pulizia quotidiana dei denti o durante la masticazione di cibi particolarmente solidi; le gengive, che diventano sempre più sensibili al contatto dello spazzolino e del cibo; l’alitosi, cioè il fiato puzzolente e la distorsione della sensibilità gustativa; l’ apparente allungamento dei denti (determinato dalla ritrazione delle gengive e dal riassorbimento osseo). La prassi per il trattamento di tutti i pazienti affetti da malattia parodontale prevede una fase diagnostica per una valutazione il più possibile completa dello stato di salute delle gengive e delle strutture di supporto dei denti. Questa valutazione prevede innanzitutto la raccolta di una serie di misure tramite il cosiddetto “sondaggio parodontale” successivamente l’esecuzione di radiografie che consentano una valutazione precisa dei rapporti esistenti a livello dei tessuti scheletrici e delle radici dei denti. Le informazioni raccolte in prima visita servono ad orientare verso il tipo più indicato di terapia preliminare o iniziale, ovvero il controllo dell’infiammazione presente e attiva.